Non si finisce mai di apprendere, di formarsi, quando si tratta di lavorare a contatto con le persone, e senza passione e professionalità si rischia di perdere di vista l’obiettivo principale: la cura della persona nella sua interezza.

Sono Antonio Di Presa, podologo e osteopata. La mia carriera professionale in ambito sanitario è cominciata nel 2007, con il percorso di laurea triennale in podologia presso l’Università degli studi di Pisa.

Tutto questo lo devo alla mia curiosità viva e appassionata per l’uomo: il filo conduttore della mia crescita professionale è la ricerca di una sintesi capace di aiutare il paziente a far fronte all’ampio spettro di problematiche, posturali e neuro-muscolo-scheletriche, così diffuse.

La mia formazione: perché puoi affidarti a me?

A chi mi domanda perché proprio podologia come punto di partenza, rispondo che le conoscenze specialistiche e le possibilità che un approccio podologico dà sono uniche e peculiari: la podologia risulta risolutiva quando bisogna intervenire sulle alterazioni della camminata, sulle asimmetrie posturali, sui problemi dati da differente lunghezza di gamba o dalle sindromi dolorose del distretto del piede.

Allargando gli orizzonti, mi sono spinto fino in Spagna, dove la podologia è ai massimi livelli europei, per rendere la mia formazione più completa ed aggiornata, ottenendo il diploma di laurea quadriennale in podologia presso l’Università degli studi di Manresa.

SCOPRI LE FASI DELLA MIA FORMAZIONE

Dalla podologia all'osteopatia

Il concetto di globalità, a me caro, è stato ampliato con i master post lauream in Posturologia presso l’Università La Sapienza di Roma, in Podologia dello Sport presso il Sacro Cuore di Roma, e infine attraverso la formazione in Osteopatia, culminata nel 2017 con una tesi sperimentale sotto la supervisione del British College of Osteopathic Medicine (BCOM) di Londra che mi ha permesso di ottenere il Diploma in Osteopatia e del Bachelor in Osteopathy (BSc Hons in Osteopathy).

L’osteopatia, in particolare, ha approfondito molti aspetti nell’approccio alle problematiche posturali e neuro-muscolo-scheletriche: le sue particolarità nella valutazione manuale dei tessuti corporei vanno ad unirsi alle possibilità di valutazione clinica offerte dai test posturali, consentendomi di avere un quadro ancora più preciso della situazione al momento del consulto, ed un punto di vista privilegiato nel seguire, di volta in volta, l’andamento dei trattamenti.

Oggi integro gli aspetti di ciascuno degli elementi da me appresi, podologia e osteopatia, che mi consentono di utilizzare un metodo lavorativo unico, una visione allargata nell’approccio alla salute totale della persona.

PERCHè scegliere un professionista?